STORIE

REGALI DI NATALE FANTASIOSI

Il teologo francese Henri De Lubac scrisse che la vita «è sempre trionfo dell’improbabile e miracolo dell’imprevisto». Ogni anno a Natale vengono spedite milioni di lettere ad alto tasso glicemico: c’è chi si accontenta della rituale lista delle buone intenzioni e chi invece su quel foglio inventa mondi fantastici. Come J. R. R. Tolkien, che per oltre vent’anni ogni 25 dicembre fece arrivare direttamente dal Polo Nord una busta ai suoi quattro figli John, Michael, Christopher e Priscilla. All’interno dei bellissimi disegni con inchiostri colorati e una firma prestigiosa, quella di Babbo Natale. Orsi bianchi, renne, lune che si rompono in mille pezzi, goblin che combattono guerre appassionate, elfi, animali parlanti e gnomi rossi: un meraviglioso universo inventato il 22 dicembre del 1920 per il primogenito John. Da semplici bigliettini, le lettere si trasformeranno negli anni in autentici racconti, fino al 1943, con l’ultima lettera indirizzata all’ultima figlia, la quattordicenne Priscilla.
Se proprio non si riesce a sviluppare la fantasia del geniale autore de “Il Signore degli Anelli” si può sempre puntare sulla generosità. Nel 1949 Harper Lee si trasferì a New York per inseguire il suo sogno di diventare una grande scrittrice. Per diversi anni la vita le regalò invece soltanto malinconia: la famiglia era lontana, il lavoro drammaticamente deludente e il sogno della scrittura un Eden ancora tutto da conquistare. La mattina di Natale del 1956 i suoi amici le fecero però trovare sotto l’albero un regalo in grado di cambiarle la vita: l’equivalente di un anno di stipendio, che le avrebbe consentito finalmente di scrivere senza ansie e distrazioni. Potrà così concepire il capolavoro “Il buio oltre la siepe”: 30 milioni di copie vendute e un Premio Pulitzer. In fondo, come disse Benjamin Disraeli, due volte primo ministro del Regno Unito, «il regalo più grande che puoi fare a un altro non è condividere le tue ricchezze, ma fargli scoprire le sue».

Articolo uscito su La Ragione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.